Il giro perfetto in qualifica (1)
Alessandro (Mugello Karting)

Alessandro (Mugello Karting)

Il giro perfetto in qualifica

Scopri alcuni trucchi e malizie per ottenere il tuo giro perfetto in qualifica con i rental kart! Te ne spieghiamo quattro in questa guida

Se vuoi ottenere la tua qualifica perfetta, non puoi non tener conto di questi consigli che ti sto per dare. Saper come gestire una delle sessioni più importanti di una gara sprint è fondamentale, sia per non compromettere la tua posizione in griglia di partenza, sia per non pregiudicare anche la tua gara.

Il feeling con il kart e la pista

Un fattore essenziale è senz’altro quello di conoscere bene il circuito (se non sai come farlo leggi questo approfondimento), i suoi riferimenti di frenata e le linee ideali di traiettoria. Capire anche il livello di grip e il feeling che la pista ti restituisce è determinante in funzione del tuo approccio alle curve, sapendo dove e come “forzare” in funzione dell’aderenza.
 

Come “sfruttare” gli avversari

Il secondo consiglio è quello di avere il giusto spazio tra noi e l’eventuale concorrente che ci precede. Avere la pista libera è fondamentale quando ci sentiamo già forti e con il “tempo” in tasca, ma avere alla giusta distanza un riferimento veloce che funge da “lepre” può essere altrettanto importante. Questo accade in ogni categoria di motorsport, anche ai livelli più alti.

 

Concentrazione e determinazione

Raggiungere il massimo livello di concentrazione, senza farsi condizionare dalle varie situazioni in pista o da fattori esterni che possano influenzare la nostra performance. La determinazione e la giusta cattiveria agonistica sono un boost di energia positiva che condiziona la qualità del nostro giro, ovviamente sempre mantenendo la massima lucidità.

 

Sfruttare al massimo il kart a disposizione

Cercare di esprimere tutto il potenziale del kart che abbiamo a disposizione, questo che sia buono o meno buono. Non otterrai mai il massimo dal tuo kart se non hai trovato il giusto feeling con il pedale del freno e se non hai capito il suo comportamento in curva, gestendo al meglio eventuali reazioni dovute anche ai comportamenti del telaio.

Quindi in sostanza, più conosci al meglio tutti questi fattori tra i quali, kart, condizioni della pista, il clima e gli avversari, più potrai sfruttarli a tuo favore. Tuttavia ricorda, che eseguire il giro perfetto in qualifica non significa fare per forza la pole position, ma ottenere il massimo risultato possibile con quello che hai a disposizione!

Condividi questo articolo